sabato 21 maggio 2016

Scene ostelliane

Perché non mi piacciono gli ostelli? Cioè mi sono mai piaciuti? Non lo so mica eh. Forse mi sento vecchia e non più nel giro, non lo so. Ora, sabato sera, sono in camera con un "vecchietto" americano. Jose è Filippino di origine ma si è trasferito negli USA più di 20anni fa. (come?boh). Ha lavorato per una grossa compagnia di pulizie e ora gira il mondo grazie alla pensione dello stato+quella della compagnia per la quale ha lavorato. Cavoli, penso, deve proprio aver trovato una buona azienda! Alla fine lo soprannomino hero e gli dico che lo citerò nel nostro blog. Ha già tutto programmato fino a fine dicembre ma il bello è che se la ride spesso ed è simpatico. Parla con tutti, tranne i soliti "fighetti", ed ha parenti e amici in tutto il mondo dice. 

Stanotte -riferito a due giorni fa- è successa una cosa che a raccontarla non si capisce, ma vi giuro che se non ho menato un mio compagno di stanza è solo perché sono una nana bagonghi. Praticamente sto idiota torna ubriaco marcio e inizia ad aprire l'acqua del rubinetto e della doccia e a far che so io. Ad un certo punto, dopo 2 ore e dopo pensieri del tipo "avrà sbattuto la testa?" "Vabbe affari suoi. Ma no, non puoi pensare così, Silvia, non sei empatica ecc". Subito dopo "ma domani ho un'interview e per colpa di sto coglione sarò stanca", insomma mi alzò per aprire lo spiraglio di finestra possibile perché c'era odor da sbocco. Nooooo c'era la moquette allagata e ovviamente pure le mie cose. Ero molto innervosita più che altro per il passaporto. Avrei tanto voluto ci fosse stato qui Matteo, non so perché ma sicuramente mi avrebbe almeno calmata. Sto scrivendo alle 6:00 di mattina e sta roba sta andando avanti dalle 3:30, quindi si ora gli spaccherei la faccia comunque, però magari con meno rabbia. Sta di fatto che c'è acqua fino alla reception e noi siamo al secondo piano!!! Non c'è un numero di emergenza da chiamare e sono praticamente in uno degli ostelli migliori della città. Anche perché cosa possono fare se non aspettare che asciughi? 
Il tizio nonostante le ripetute volte che un altro tipo gli ha detto di spegnere l'acqua se ne fregava e non lo faceva oppure era troppo marcio per capire. Son dovuto arrivare io ad urlargli perché lo capisse e agisse. 
Ah, tra l'altro ho dovuto svegliare tutte le altre 4 persone che non si erano accorge di nulla (invidia profonda per quelli che dormono così a fondo!). C'erano anche due ragazze che se rimanevano a dormire era pure meglio. Cioè continuava o a dire "non so non so non so". Proprio delle sciaquette con quell'atteggiamento...
Siccome sono *** ho detto "gli chiamiamo il medico?" Ma ormai si era "ripreso", quindi non si è fatto niente. 
Ora capisco tutti i discorsi che Matteo mi faceva e fa sulle droghe. Anch'io ho fatto le mie feste ma non credo di essermi mai ridotta così. Poi c'era sempre qualcuno non ero mai sola. Giuro che se non ci fosse questo problema e trovar casa e posti letto lo riempirei di sberle anzi di manganellate. Perché alla fine sbatterebbero fuori me dall'ostello altro che lui. Anzi lui domani sarà l'eroe quello che ha fatto la nottata. 
Alla fine mi ha chiesto scusa ma non troppo pentito visto che quando gli ho detto di "pensarci a pagarmi la lavatrice" lui non ha rsp. Cioè è il gesto che conta non tanto la lavatrice di per sè che me l'ha pagata l'ostello. Alla fine l'hanno cacciato anche se la sciaquetta che c'è alla reception non gli ha praticamente detto nulla. E il mio passaporto sembra ok.

Altra scena -il giorno seguente-: sono arrivate due ragazze americane in camera che dormono nello stesso letto. Ad un certo punto non so cos'abbiano attaccato alla presa sta di fatto che hai visto una mega scintilla uscire e a me che ero quasi sotto di loro (nella stessa parete) ...si è bruciata la lampadina ed è saltata pure la presa. Quando ho chiesto se avevano il convertitore mi hanno detto di si. In realtà hanno solo l'adattatore, non sapranno neanche che in America hanno un voltaggio diverso. Non erano per nulla preoccupate cioè "oh ora ho paura", non mi hanno minimamente chiesto se il mio pc funzionasse ancora. Siccome è meglio che dorma guarderò domattina.
...Paperino alla riscossa....

Altre scene notturne che non vi racconterò per non disgustarvi..

Oggi la mia mattina era iniziata bene perché il carica del pc, sembra funzionare ma.... 
ho pure perso uno dei due orecchin che avevo preso in Svezia. Son veramente amareggiata. L'ho perso ieri mi sa mentre mi stavo provando maglie. Aveva un significato veramente importante :(
Poi mi sono incamminata verso Frankton per consegnare Cv e inizia a piovere, vabbè faccio autostop e prendo quasi subito, mi raccatta un tizio messicano. Il giro dei cv non va come speravo e praticamente credo di aver solo perso tempo, ma quando si cerca lavoro la peggior sensazione che si ha è proprio questa.
Poi visto che ci sono faccio un giro al supermercato della scorsa settimana e ho avuto la brillante idea di comprare un kg di verdure surgelate, tanto in ostello c'è il freezer. Faccio per tornare in "città" e boom nuovamente pioggia, altro autostop e questa volta tocca ad un abitante delle Fiji ma ora ha la residenza neozelandese. Continuo a chiedermi come per gli altri sia così semplice la questione visti..mah. Arrivo in ostello faccio per mettere la roba in freezer e da dan! Out of order = non funzionante! Proprio oggi doveva succedere eh!
Vabbè, me ne torno in camera e faccio per caricare il cellulare. Nooooo non trovo più il caricabatterie, lo cerco un po' disperata senza successo. Mi concentro e penso "ieri sera l'ho messo nell'armadietto", perché non c'è più? Dopo mezz'ora di vani tentativi vado alla reception e voilà! Qualcuno lo aveva trovato al mio piano!
La giornata si è conclusa meravigliosamente dopo aver sentito la mutty tra skype che andava e veniva e  dopo aver trovato questa foto -Matteo è famoso su google eh-:
Una volta i bronzi esistevano...
 Un abbraccio da questa parte di mondo!



Nessun commento:

Posta un commento

inserisci il tuo commento, scegli il profilo (anonimo va benissimo) e pubblica il commento, quindi aspetta che noi lo si approvi!