domenica 28 gennaio 2018

A testa in giù

Rieccoci siori e siore!
Torniamo a scrivere dopo lungo tempo ora che ci troviamo di nuovo a testa in giù. Diciamo che l'approccio è diverso e quindi dovremo anche pensare a come reinventare il blog.
Stavolta non siamo partiti "alla sberla" come le altre volte, non siamo in un posto nuovo da scoprire, siamo invece in veste, potremmo dire, di "expat" anche se Silvia preferirebbe usare un'altra parola..tipo immigrata upgrade. Un approccio nuovo, forse l'esplorazione sta in questà novità.
All'atterraggio sapevamo già di avere una casa ad attenderci, ed una macchina pronta a scorrazzarci in giro comodamente. La macchina è la fedele Scorpa, che ci ha aspettato per tutti questi mesi. Conosciamo la città e sappiamo come muoverci.
Dove siamo quindi? Di nuovo a Christchurch, in Nuova Zelanda!
Ottenuto (tra mille complicazioni e non senza ripensamenti) il work visa di Matteo, abbiamo deciso di provare a sfruttarlo, visto che questa occasione, una volta lasciata, non si sarebbe più ripresentata. Avremo fatto bene? Lo scopriremo.
Senza vantarci ma ormai siamo talmente global che ci siamo dati appuntamento all'aeroporto di Francoforte per degustare la nostra cenetta+ cinema a 10 mila metri di quota!
Nord Italia di notte dall'aereo
Per aggiungere un tocco fantozziano al nostro rendez vous, Silvia stava aspettando Matteo nel posto sbagliato dalla parte opposta dell'aeroporto ed è dovuta correre per non perdere l'aereo, arrivando tutta sudata (colpa delle indicazioni). Lei che in aeroporti e stazioni di sente a casa...
Silvia scruta la costa neozelandese all'arrivo
All'arrivo in Nuova Zelanda, a salutarci ci pensa Mount Cook, di cui vi avevamo già fatto vedere le foto l'anno scorso
e
Per non sembrare troppo seri, stiamo ancora dormendo per terra nonostante abbiamo una casa
perchè uno dei coinquilini si trasferirà in Canada a breve e avremo la sua stanza.
La prima settimana in attesa di iniziare è stata all'insegna dello smaltimento del jet lag e di una minima preparazione alla routine regolare.
Abbiamo fatto un po' di pulizie sottolineiamo il po..
fatto la spesa evitando come la peste formaggi e vari
La varietà di formaggio neozelandese, famoso in tutta la....Nuova Zelanda
E abbiamo notato cose particolari come "start kit" che con 50 euro ti danno un set di stovoglie e pentole appunto per iniziare...poi la qualità sarà conseguente, ma tanto qui la realtà è di gente che arriva per 1-2 anni, si deve comprare tutto e poi probabilmente se ne andrà. A Matteo piace notare queste sfumature negli articoli in vendita nei negozi.
Abbiamo guardato qualche alba e tramonto, che qui sono sempre affascinanti

Matteo ha iniziato a lavorare e sta iniziando ad ingranare, invece Silvia mentre è alla ricerca di un lavoro serio, guadagna due spiccioli facendo lavoretti dove restano tutti entusiasti e le offrono di rimanere con l'aumento, ma lei non si fa abbindolare.
Durante la pausa pranzo Matteo vede queste cose
Per il momento non abbiamo altro da raccontare, ci sentiamo presto!
Eh si...come siamo fortunelli! Silvia ha già iniziato un corso di ballo ancora prima di iniziare a lavorare. Questa è proprio una sensazione diversa quasi non ci dovessimo preoccupare di nulla... o quasi. Chiaramente non cantiamo vittoria ma ci godiamo il momento...

A presto amici


2 commenti:

  1. Casa con tv gigante ed Xbox, Matte adesso non lavora più!!!
    In bocca la lupo guys!!! Simone&Serena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che nerdone l'hai notato subito!
      Crepi il lupo e fateci avere vostre notizie!

      Elimina

inserisci il tuo commento, scegli il profilo (anonimo va benissimo) e pubblica il commento, quindi aspetta che noi lo si approvi!