venerdì 21 ottobre 2016

Tramonto ed alba ad Akaroa

Torniamo ad imbrattare le pagine di questo blog, non che se ne senta l'esigenza, ma è un modo per rimettersi in marcia.
Sabato e domenica abbiamo fatto la "gita" ad Akaroa che continuavamo a rimandare. Le virgolette ci sono in quanto un giro in macchina non è proprio il concetto di gita cui si è abituati perlomeno nel micromondo italico.
Sabato mattina con calma, dopo la colazione superpiù preparata da Silvia composta da frullato di lamponi, arancia, banane e acqua e paleo brownie (con patate) e muesli per decorazione..


ci siamo messi in moto con la macchina che Silvayn, un amico francese di Silvia, le ha lasciato in custodia nel periodo di tempo in cui lui è tornato in patria in attesa di ritornare, non si sa quando. E' un po' uno scassone, ma a caval prestato non ci son più le mezze stagioni, giusto?
Lungo la strada abbiamo costeggiato il Lago Frosyth

e, con molta fatica da parte della macchina, abbiamo raggiunto l'anfiteatro della Banks Peninsula
Il paesaggio era già molto bello!

Quello è mare!
e ci siamo diretti ad Akaroa, paesello fondato da coloni francesi con poco da offrire ma il paesaggio/dintorni sono a dir poco spettacolari.
Poco prima dell'arrivo un cartello a bordo strada indica "assaggini di formaggio"


e Silvia quasi inchioda di colpo all'idea di qualche assaggino gratis! Il formaggio da queste parti non è granchè, tutto ricorda il burro nella consistenza, ma facciamo ugualmente qualche acquisto per la cena.
Tutto è ridimensionato a misura d'uomo, ma le attività presenti sono solo qualche bar e negozietti di cianfrusaglie. Il paesaggio però è davvero molto molto bello.
Dopo aver contemplato un pianista vagabondo

che fa concorrenza a quello filmato da Silvia a Queenstown, ed aver girato il mercatino locale formato da 4 bancarelle, siamo andati a chiedere all'ufficio turistico un bel posto per vedere il tramonto ed uno per vedere l'alba. L'omino ci ha risposto, come se fosse una banale ovvietà, che il posto migliore era Akaroa...e visto che Akaroa si trova in mezzo a questa sorta di cratere, potete capire il valore del suo suggerimento.
Così prima siamo andati a fare un giro perlustrativo delle alture
Il giallo delle ginestre!
Autoctoni

e, dopo aver trovato il nostro posto, abbiamo fatto passare il pomeriggio tra una serie tv ed una passeggiata su per un parco cittadino
Il giocondo
Quindi ci siamo diretti alla nostra meta per la cena ed il tramonto


che, per noi abituati a tramonti notevoli, è stato un po' deludente, ma bello ugualmente! Ormai siamo viziati...
La mattina quindi ci siamo svegliati presto e spostati a due minuti di macchina per avere questa fantastica visuale del sole che sorge dal mare

Nel video seguente potete vedere Silvia al naturale...pensava Matteo stesse facendo una foto ed invece è stata filmata di nascosto...ora avete un motivo in più per prenderla in giro...potete capire da soli che sembrava essere uscita dalla gabbia!

veramente notevole, magico, spettacolare!
Dopo una breve passeggiata, abbiamo quindi fatto rotta verso casa.

Civico 5080 ???? ma soprattutto dov'era la casa?
Per utilità vi mettiamo i link per informarvi, essenzialmente, su dove non è possibile campeggiare nella zona da noi visitata (a quanto pare i giovini hanno un po' esagerato tra schiamazzi e rifiuti):


Speriamo le foto vi siano piaciute.
Un grande abbraccio

2 commenti:

inserisci il tuo commento, scegli il profilo (anonimo va benissimo) e pubblica il commento, quindi aspetta che noi lo si approvi!