domenica 15 febbraio 2015

Sydney alla riscossa

La vita si svolge abbastanza lineare ma mai come in Italia...qui c'è sempre da cercare qualcosa. Silvia ad esempio perderá il lavoro tra due settimane e ovviamente sta già cercando ma le risulta impossibile visto che o non riceve risposte o il lavoro se lo é già preso qualcun'altra arrivata prima di lei (mentre era a lavorare) o semplicemente perché non sa più lavorare ahahah
Nell'unico giorno libero che avevamo insieme, visto che dovevamo festeggiare una bella notizia, siamo andati a surfare. Dopo esserci persi con i vari bus...siamo arrivati a Maroubra Beach, la fotocopia di Bondi beach solamente che meno affollata, meno popolare e più spaziosa. Ci informiamo per la lezione, andiamo a sederci per decidere e...come mai la gente é tutta fuori dall'acqua e ci sono elicotteri? Shark alarm! Andiamo quindi ad avvisare i surfisti che non ci andiamo più alla lezione ma dopo mezz'oretta di ricerche e di "andiamo con la motoscafo a far prender paura allo squalo", la guardia costiera annuncia che "lo squalo era piccolo probabilmente se n'è andato". Allora corriamo e prenotiamo un'istruttrice privata ...praticamente Matteo ha lavorato un giorno intero per pagare una lezione per due di un'ora. Surfare é bellissimo!!! Tutti dovrebbero provarlo almeno una volta nella vita. Mentre Matteo tentava di stare in equilibrio da sdraiato...Silvia stava già in piedi tentando di calvare le onde (forse l'unico sport dove é avvantaggiata per via dell'altezza e dove può aiutare Il campione Matteo). Entrambi ci siamo divertiti un sacco ed entrambi guardavamo cadere nell'acqua l'altro anche se ci incitava a vicenda... L'istruttrice alla fine ci ha detto che eravamo bravi e insomma la soddisfazione di riuscire in qualcosa era proprio grande e l'acqua non é dura come la neve...perché un po assomiglia allo snowboard! Certo silvia a volte pensava oddio lo squalo ma poi vabbè se la rideva. L'istruttrice ha detto che non sono quelli bianchi ma di un altro tipo e vivono lì da anni ...quindi non attaccano la gente. Ci sono vari tipologie di squalo e solo alcune attaccano le persone. Cmq entrare in acqua quando la guardia costiera 
Ha dato il via libera é una storia, entrarci quando c'è ancora l'allerta é da idioti. Quindi non preoccupate...abbiamo ancora un po' di buon senso. Se così fosse allora in Australia non si farebbe mai il bagno perché ci possono sempre essere. 
Dopodiché siamo andati al famoso gelato blue...ma non superará mai il Messina!!! Abbiamo fatto la cena al contrario perché tanto non avevamo pranzato. Poco dopo siamo andati in un posto, simil osteria-ristorante-mensa dei poveri. Non é stato per nulla facile trovarlo anzi su e giù per la strada un sacco di volte perché non aveva l'insegna e perché non avevamo idea di che posto fosse,mostre al fatto che in internet l'indirizzo era sbagliato. Ci siamo chiesti se anche in Italia noni aggiornano i siti di qualunque natura essi siano...in Australia no di sicuro...ma neanche quelli ufficiali ad esempio medicare! Veniamo a noi, Silvia aveva trovato questo ristorante vengano che voleva provare e non sapendo nulla si é imbattuta in un articolo dove spiegavano che é gestito da volontari e si paga quello che si può. Ovviamente la gente se ne approfitta e il ristorante sta andando in perdita. I tavoli ramo grandi e ci siamo seduti dove capitava. La cameriera é venuta ad ordinare è chiaramente puoi avere un solo piatto indipendentemente se paghi o meno...mentre aspettavamo abbiamo cercato di parlare con quelli accanto a noi, ma essendo australiani figurati se ci hanno degnato di una parola. L'altra vittima invece é stato un radiologo professore universitario. Ci ha raccontato un po dei suoi viaggi ma anche lui finito di mangiare se n'è andato... Questi locali sono stati creati anche per far comunità e socializzare ma la gente sembrava solo interessata a mangiare (tra l'altro molto molto buono). Matteo é rimasto contento, Silvia pure ma sperava di conoscere qualcuno! Il locale era a Newtown un quartiere diverso da dove viviamo ora: molti giovani, gente alla mano, zeppo di piccoli locali belli e brutti, atmosfera diversa..insomma sembrava più frizzante. 
Di tanto in tanto passare una giornata a festeggiàre qualcosa di importante é stato molto bello e rilassante! 
Ora non sappiamo cosa ci aspetterà,non sappiamo se ce ne andremo, se cambieremo solo quartiere o se staremo in quella casa...mah! Babar é in buona salute ma purtroppo il proprietario del parcheggio ci ha avvisati che dobbiamo andarcene e quindi dovremmo trovare un altro posto, tanto per non annoiarci! 

2 commenti:

  1. ho scritto uno sproloquio a matte su whatsapp

    Fryed

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la preghiamo di attendere in linea, verrà messo in contatto al più presto con uno dei nostri operatori
      (musichetta a luci rosse...)

      Elimina

inserisci il tuo commento, scegli il profilo (anonimo va benissimo) e pubblica il commento, quindi aspetta che noi lo si approvi!